Cascina Borgatta

La storia di Cascina Borgatta incomincia nel 1948 quando viene costituita l'azienda agricola da Italo Barizzone. Siamo a Tagliolo Monferrato, alle porte di Ovada nell'Alto Monferrato, terra di Dolcetto. Con la fine degli anni Sessanta, la figlia Maria Luisa ed il genero Emilio Oliveri iniziano ad affiancare Italo nel lavoro in vigna. Ma è dopo la sua morte, ai primi anni '80, che decidono di subentrare nella conduzione dell'attività trasferendosi definitivamente alla Borgatta. Emilio ci arriva da pensionato ma con una buona conoscenza del mondo del vino; il nonno, ligure, aveva sposato una piemontese trasferendosi a Cremolino dove aveva sempre lavorato la vigna e prodotto vino. In 40 anni Emilio e Maria Luisa con il loro lavoro sono stati in grado di prendere il testimone della memoria di Italo e traghettarlo intatto ad oggi attraverso vini veri, autentici, pieni ed intensi così lontani dall'immagine moderna del Dolcetto a cui siamo stati tutti abituati. Solo 9000 bottiglie suddivise tra Dolcetto e Barbera da 3 ettari  di vigne poste su colline di argille e tufo. Una gestione biologica da sempre, con lavorazioni della terra ridotte al minimo ed interventi solo con rame e zolfo per arrivare a vinificazioni in cemento e acciaio con fermentazioni spontanee e nessuna manipolazione che possa impoverire uve raccolte a piena maturazione e ricche di vita.

Cascina Borgatta è socio di VinNatur.

Ente certificatore : ICEA

Certificazione: IT BIO 006 I 1116