ROSATO Gaglioppo Rosato Calabria IGP 2015

13,00
Quantità ACQUISTA
Spedizione gratuita oltre i 120 €
Pagamenti sicuri

certificato
bio

certificato
biodinamico

altri
naturali

produzione
garagista

Dalla vigna Fego in Cirò Marina, a poche centinaia di metri dal mare, spazzato dalle brezze marine e dal suolo argilloso-marnoso e fertile, un rosato da uve Gaglioppo con note salmastre e ferrose. 

Macerato per 12 ore sulle bucce in acciaio senza controllo della temperatura e fermentato con lieviti indigeni. Malolattica completamente svolta con zero zucchero residuo. Nessuna filtrazione nè stabilizzazione. 

E' un vino lontano dai rosati piacioni e universalmente amati. Non è un "vino per turisti", ma un vino di struttura, che sa stare in tavola in tutte le occasioni e stagioni.

A'Vita (la vite) sono Francesco Maria De Franco e Laura Violino.

Lui, dopo la laurea in architettura, decide di abbandanare tutto e di formarsi in enologia ritornando alla sua terra natìa per vivere secondo i ritmi della natura e recuperare le vigne di famiglia a Cirò. Con orgoglio. 

Il suo lavoro comincia con l'annata 2008 e con l'idea precisa di voler valorizzare Cirò, il suo vino e l'uva principe di questa terra: il Gaglioppo. Lotta da subito per creare un sistema, riunire i colleghi, avviare un confronto, diffondere il rispetto della vigna e della terra con pratiche non invasive e dare nuova dignità al Gaglioppo spesso bistrattato e conosciuto solo grazie a produzioni in grande scala.

Le vigne si estendono tra Cirò e Cirò Marina, lambendo il mare sino a quasi 250 metri di altezza su sottosuoli argillosi molto eterogenei. In campo decide da subito per l'approccio biologico sui suoi 8 ettari divisi in 4 vigneti.

Nessun prodotto di sintesi, ma piccole quantità di rame e zolfo, così come sovescio e lavorazione del terreno per garantire fertilità e biodiversità.  In cantina fermentazioni con lieviti indigeni e nessuna filtrazione per non perdere ciò che la vigna ed il lavoro in campo hanno concentrato nei grappoli. Un'idea di vino franco, semplice e vero senza sovrastrutture e specchio della ricchezza della sua terra.

"Lavorare in biologico in vigna e con minimi interventi in cantina non è un fine, ma strumenti per esprimere al meglio la mia idea di vino di territorio, la mia idea di Cirò". In queste parole il significato di un approccio non fine a se stesso ma mezzo per poter esprimere vini intensivi di suolo e stagioni, del suo lavoro e della sua idea. Un vero ambasciatore e sognatore oltre che un ottimo vignaiolo.

Ente certificatore : AGRICOLTURA ITALIA

Certificazione: IT BIO 004 29630