Home Lombardia Rossi SAN VALENTINO

SAN VALENTINO Vino Rosso 2014

18,00
Quantità ACQUISTA
Spedizione gratuita oltre i 120 €
Pagamenti sicuri

certificato
bio

certificato
biodinamico

altri
naturali

produzione
garagista

Erbanno. Biotipo del Lambrusco Maestri e nome del paese dai cui vigneti cresce.

Forse l'uva destinata a sorprenderci di più, ora ed in futuro nella gamma dei vini di Enrico Togni. Forte e capace di resistere alle rigide condizioni climatiche e ai principali agenti patogeni, richiede poche cure e trattamenti consegnando un vino spigoloso e poco addomesticato, ma molto vero e schietto, a volte irruento e deciso. Imperniato sul frutto e sul tannino, è vino dal colore impenetrabile ma dal sorso autentico.

Terminate le tortuose gallerie che infilano le montagne sul versante orientale del Lago d'Iseo, si apre davanti a noi la Val Camonica che mira dritto all'Adamello. Il lago è ormai alle spalle e appena passata Darfo Boario Terme, abbandonata la comoda valle e la superstrada, le indicazioni segnalano Erbanno, comune abbarbicato sulle pendici del versante occidentale della vallata. Qui Enrico Togni nel 2003 decide di recupera i vigneti lasciatigli dal nonno (impianti degli anni '60), un gesto forte e controcorrente per un ragazzo allora venticinquenne e per una valle sempre più connotata da un DNA industriale tout court (piccole medie grandi industrie in campo siderurgico). Impiega 15 anni per capire, sperimentare, sviluppare una propria sensibilità e decidere come meglio interpretare le varietà in vigna: Merlot, Nebbiolo, Barbera, Marzemino e il territorialissimo Erbanno, risultato nel tempo il più vocato e resistente al clima. Vini di montagna, retti e diretti. Come il suo carattere. Animo senza mezzi termini. Senza filtri. Dice quel che pensa. E segue le proprie idee. Solo o accompagnato, non importa. Enrico Togni è figura carismatica, un vero lottatore e trascinatore di un nuovo respiro enologico in Valle. A lui va riconosciuto il merito di aver portato fuori dai confini locali vini sconosciuti a molti e di averli proposti nelle più qualificate fiere di vini al naturale in Italia. Come gli va riconosciuto il coraggio di saper leggere il territorio e osare (nonostante i pochi km di distanza dalla Franciacorta - gravata da temperature molto più calde - due dei vini prossimi saranno Barbera ed Erbanno spumantizzati). Coltiva a mano da solo 5 ettari di cui 3 vitati su terreni profondi, sabbiosi e con poca argilla. Suoli ideali per uve a bacca rossa. Tra le vigne a filari alterni ha seminato ortaggi (patate), cereali (per la produzione di birra) e alberi da frutto. Alleva anatre, pecore e api assecondando l'idea di un cosmo vitale ed in equilibrio. Le sue vigne svettano sui tetti delle case del paese, sferzate dalla brezza, arroccate su terrazzamenti con muri a secco. I suoi sforzi sempre più si concentreranno su Barbera, Erbanno e Nebbiolo. La Valle Camonica riparte da qui.