Andrea Fiorini Garganuda

Davide Spillare

Davide Spillare inizia a lavorare i due ettari di vigneti di famiglia nel 2007 a soli 20 anni. Impiantati a Garganega, Trebbiano e Merlot con un'età dai 10 agli 80 anni, su suoli vulcanici (siamo a Gambellara in provincia di Vicenza), sino al suo ingresso in azienda venivano lavorate e conferite dal nonno alla locale cantina sociale.  "Discepolo" di Angiolino Maule e attore di quella che in questi ultimi anni si può definire la Garganega Revolution, ha contribuito con identità e carattere a tracciare una nuova interpretazione al naturale di un'uva spesso sottovalutata. Integralista dell'approccio non interventista, non utilizza tecnologia in cantina ma si concede solo il ricorso ad una pompa, non facendo uso neppure di solforosa al momento dell'imbottigliamento. In vigna reinterpreta i principi della biodinamica Steineriana con un occhio al presente, attento alle esigenze della terra e alle caratteristiche della stagione, e ad un epoca molto diversa da quella in cui le teorie della biodinamica furono promosse.

Davide Spillare è socio di VinNatur