ROSISSIMA Vino Frizzante Rosè 2019

11,80
Quantità ACQUISTA
Spedizione gratuita oltre i 120 €
Pagamenti sicuri

certificato
bio

certificato
biodinamico

altri
naturali

produzione
garagista

C'è 1 degustazione della community su questo vino

Vai alle degustazioni

Rosissima di Montesissa è un rosato ottenuto da uve Barbera e Bonarda con la tecnica del salasso. Sosta invernale in vasca d'acciaio sulle proprie fecce fini, viene imbottigliato in primavera senza alcuna filtrazione. I primi caldi riattivano l'attività dei lieviti che portano a compimento la fermentazione trasformando gli zuccheri residui in anidride cabonica conferendo un'effervescenza delica e mai invasiva.

Siamo in Loc. Magnano a Carpaneto Piacentino. Qui, lasciata alle spalle la Pianura Padana, si alzano le prime colline allineate lungo il torrente Chero che scorre nell'omonima valle. Questo è luogo di vino e di salumi (la Coppa Piacentina in particolare), di agricoltura e di storia millenaria. La famiglia Montesissa coltiva la terra da ormai tre generazioni portando avanti una tradizione di vini autentici e di territorio. Oggi a traghettare l'azienda verso un'idea nuova dei vini dei Colli Piacentini è la figlia Elisabetta. Vice direttore della Fondazione Campagna Amica promossa da Coldiretti, vive tra Roma e l'azienda di famiglia, dove torna ogni week end. Una ragazza dalle idee chiare, grande sostenitrice e promotrice di questo territorio appesantito da un passato dominato da cantine sociali e damigiane da riempire per pochi spiccioli. Se il passato è stato sinonimo di quantità a basso prezzo e vini ruffiani senza anima, la ricetta di Elisabetta Montesissa è disarmante quanto semplice: recuperare i metodi di produzione di una volta, esaltati da una viticoltura rispettosa della natura.  La proprietà si estende per 10 ettari alternando fitti boschi a seminativo e vigne ( la superficie vitata è di soli 3,5 ettari). I varietali coltivati sono quelli storici di queste zone: Malvasia di Candia aromatica, Barbera e Bonarda. Un grande lavoro a mano in vigna allevata a Guyot alla Piacentina, bassissime rese e fermentazioni spontanee con macerazioni più o meno lunghe sulle bucce. Ed ecco una gamma di vini frizzanti ottenuti con presa di spuma naturale dopo una sosta di tutti i mosti sulle proprie fecce per l'intero inverno. A primavera, con l'imbottigliamento, i primi caldi  permettono di svolgere gli zuccheri residui e donano un'effervescenza delicata, non invadente, di grande piacevolezza. Il sorso è asciutto, autentico e vinoso, perfetto se consideriamo la cucina che ha sempre storicamente accompagnato...

 

Vuoi rimanere informato su vini e cantine in offerta? Iscriviti a Decanto!

 

 Segui

Punteggio 425

Novello

Data degustazione

Vegetale 4
Floreale 3
Minerale 3
Fruttato 1
7.00/10 1