SGURGHEGHEL Vino Rosso Frizzante

Spedizione gratuita oltre i 120 €
Pagamenti sicuri

certificato
bio

certificato
biodinamico

altri
naturali

produzione
garagista

Surgheghel, la maschera di Carnevale che rappresenta Modena. In questo vino è racchiusa tutta l'esperienza pluridecennale del Prof. Tre spremiture differenti di Sorbara connotate dalla lettera CH (la prima che rappresenta finezza ed eleganza), dal numero 2 (seconda pressata che identifica equilibrio tra sentori di Fragola e un'eterea finezza) e dal numero 1 (terza spremitura che esprime tutta la potenza del vitigno). Fermentazione aLcolica di 10 giorni e primo travaso. Ne seguono altri 3-4 travasi per caduta (no pompe) prima di Marzo. Rifermentazione in primavera con aggiunta di mosto. Solo 800 bt prodotte e qualcuna disponibile per noi grazie ad una collaborazione con Le Piane.

CH18

Vincenzo Venturelli, detto il Prof per il suo background culturale (ex-professore di matematica e fisica) e per il ruolo indiscusso nella riscossa off-trade del Lambrusco di Sorbara negli ultimi 30 anni, è figura di riferimento assoluta nel modenese al pari di Vittorio Graziano . Il Prof è una leggenda vivente, un produttore che non esiste, una cantina che non si può definire tale (perchè è un garage..), due vini straordinari introvabili (da Sorbara e da Trebbiano Modenese), una produzione realizzata per autoconsumo con il piglio da intransigente perfezionista che lo contraddistingue. Siamo a Saliceto sul Panaro, in provincia di Modena. Qui il Prof coltiva per sè meno di 1 ettaro di vecchie viti impiantate esattamente di fronte a casa. Conduce le poche uve nel suo garage, dove le vinifica con rifermentazione in bottiglia e senza sboccatura (Sorbara) o secondo il metodo classico (Trebbiano di Romagna che chiama Siampàn). Bottiglie accatastate e custodite gelosamente, segnate da numeri e lettere che solo lui sa decifrare ad indicare metodo di lavorazione e sequenza di imbottigliamento disponendo di un solo tino per problemi di spazio. Vini precisi, longevi, lavorati con minuziosità e destinati all'autoconsumo o ad essere omaggiati ad amici. Nessuna etichetta, nessuna commercializzazione. Vini che rappresentano il pardigma perfetto del Sorbara, capaci di allineare in straordinaria armonia e successione frutto-acidità-bevibilità-piacevolezza. Pura rarità, come un 13 al totocalcio. E poi una spuma sottile e vigorosa, un sorso sapido e lungo. Rigore e linearità, come il carattere del Professore, ma anche follia e gioia che sono la migliore sintesi delle bolle di questa terra. Il vino del Prof è un atto di amore, estremamente libero e disinteressato, un divertissement  necessario per chi si scopre ad avere una passione e non può non approfondirla condotto da una sana curiosità di sapere sempre di più, semplicemente perchè la sua sete di cultura lo reclama.