Sergio Arcuri

Sergio Arcuri

Sergio Arcuri. Cirò. 

Capostipite di 4 generazioni di viticoltori, commercianti e conferitori, che dal 1880 scrivono la storia di questa terra e del suo varietale principe: il Gaglioppo. Una terra dalle fortune altalenanti: storicamente luogo di produzione massiva e di grande esportazione nel mondo o di consumo localizzato nella provincia. Poi negli ultimi anni il tentativo di rendere più moderno il disciplinare per conquistare maggiore appetibilità sui mercati esteri prevedendo l'aggiunta fino al 20% di Merlot e Cabernet. E al contempo la Cirò Revolution, nata nel 2008 con Francesco De Franco di A'Vita: un movimento in direzione opposta, inteso a preservare la storia e la tradizione nella vinificazione di questa uva. Un ritorno al passato attraverso un gesto potente: realizzare vini come una volta, autentici, vivi e veri.

Con il fratello Francesco, Sergio guida dal 2009 l'azienda di famiglia imbottigliando per la prima volta la propria produzione. Lascia un lavoro sicuro in una nota azienda di caffè a Crotone e decide di prendere il testimone dal padre, ristruttura la cantina e vira verso la certificazione bio.Oggi gestisce meno di 4 ettari in gran parte impiantati a metà del secolo scorso ad alberello, l'unico sistema di allevamento capace di trovare equilibrio su terreni così aridi e argillosi. In vigna rese molto basse ed in cantina vinificazioni spontanee come una volta in vasche di cemento senza il ricorso a nulla, perchè il Gaglioppo possa ancora continuare a raccontarsi attraverso i suoi tratti più tipici ed originari, da quel suo colore tenue e vivace, al tannino e alle note delicate di frutti rossi e fiori freschi.