Home Umbria Rosati ROSE' OSE'

ROSE' OSE' Rosato Umbria IGP 2016

13,50
Quantità ACQUISTA
Spedizione gratuita oltre i 120 €
Pagamenti sicuri

certificato
bio

certificato
biodinamico

altri
naturali

produzione
garagista

Da 60% uva Sagrantino e 40% Sangiovese, un vino rosso camuffato da rosato secondo un'idea osè (vinificare in bianco un'uva di struttura e tannica e pensarla pronta da bere subito invece che da invecchiamento secondo tradizione).

Vinificato con pressatura a torchio verticale con grappolo intero e pigiatura con piedi femminili (il disegno in etichetta è inequivocabile a riguardo), fermenta senza controllo delle temperature e grazie ai propri lieviti in piccole vasche d'acciaio. Travasato e messo in bottiglia seguendo il calendario lunare biodinamico, viene imbottigliato nel mese di maggio successivo alla vendemmia senza alcuna filtrazione. 2-3 mesi di bottiglia ne precedono il commercio.

Fattoria Mani di Luna nasce grazie a 3 amici (Rocco Trauzzola, Simone Lazzarin e Alessandro De Filippis) che iniziano nel 2012 a condurre in gestione un vecchio podere e fattoria appartenuta in passato ai Lungarotti, con l'intento di riportarlo allo splendore del passato con una grande dose di amore verso l’agricoltura e la natura.

La Fattoria è situata a Torgiano ad un altitudine di 200-350 m sul livello del mare, territorio storicamente prediletto fin agli Etruschi per la viticoltura e la frutticoltura in generale. I terreni sono sabbiosi con sottosuolo di arenarie e marne calcaree ricche di minerali e sedimenti lasciati dall’antico lago Tiberinum. La dimensione dell'azienda è di circa 7,5 ha di vigneti situati in diverse posizioni ed altitudini, estremamente frammentati (superficie max in unico corpo di 1,7 ha) e di difficile gestione. I vigneti a bacca bianca vengono da vecchi vigneti di Grechetto, Trebbiano Toscano e Malvasie varie. I vigneti a bacca nera sono stati impiantati nel 2005 e nel 2008 con Sangiovese e una piccola parte di Sagrantino e Barbera.

La conduzione di tutta l’azienda è in biologico, dal 2012 sono certificati da Suolo e Salute e si pratica agricoltura biodinamica tramite tisane, cornoletame e compost biodinamico. Ricorrono anche a sovesci di leguminose e graminacee  a file alternate in tutti i vigneti senza interrare le piante ma sfalciandole e lasciandole sopra il terreno in modo da far agire naturalmente la fauna terricola. Tutte le lavorazioni del terreno, le semine, i trapianti e i travasi sono eseguiti seguendo il calendario di Maria Thun e/o Pierre Mason.

I metodi di vinificazione artigianale impongono uno stretto contatto fisico con la materia prima, l’uva: attraverso le mani e rispettando i cicli lunari si asseconda la trasformazione dell’uva in vino. La vendemmia avviene rigorosamente a mano in cassette da 18 Kg effettuando un’accurata cernita in vigna. I vini sono prodotti con metodi artigianali (diraspatura manuale e pigiatura con i piedi).  Le fermentazioni vengono condotte senza aggiunta di lieviti selezionati e senza controllo delle temperature. Sono aggiunte solo piccole dosi di solfiti, nessun altro prodotto chimico enologico viene utilizzato onde permettere la naturale espressione del terroir.

Fattoria Mani di Luna è socio di VinNatur.