Riccardi Reale

Piero Riccardi nasce nel cinema e approda presto in Rai alla fine degli anni '70. Per la RAI ed alcuni dei suoi più noti contenitori di inchiesta ( Mixer di Gianni Minoli, Report, Speciali TG1, Rai Educational, Frontiere  ) realizzerà nel corso di oltre 30 anni come autore, regista, giornalista e produttore con la propria società Aleph Film documentari e reportage legati spesso all'agricoltura, all'alimentazione, alla salute, alla sostenibilità, all'ambiente ma anche importanti inchieste giornalistiche ( Moby Prince ). Lorella Reale, laurea in filosofia con specializzazione in bioetica, studia comunicazione e frequenta il Centro Sperimentale di Ripresa a Roma. Nel 2005 approda in Aleph Film come programmista regista per la serie di documentari " Cronaca Nera al Sud". Nel 2006 per RAI Educational con Aleph Film realizza "Storia del movimento femminista in Italia ". Saggista, scrittrice di articoli su cinema, letteratura e femminismo, nel 2010 decide di seguire Piero in una delle sue pìù forti passioni : l'agricoltura. A Bellegra a 700 m slm a sud est di Roma Piero possiede una vigna appartenuta ai nonni e poi ai genitori, da cui realizza appena 1000 bt di rosso Cesanese e che circonda di una varietà di mele antiche ( altra sua passione ) tale da ottenervi una straordinaria biodiversità. Questa è una terra che negli anni 70 e '80 si è progressivamente svuotata abbadonando la propria vocazione agricola di fronte alle opportunità offerte da Roma. Piero e Lorella credono in questa terra e nel suo varietale. Iniziano a cercare in zona una vigna più grande nell'aria del Cesanese Doc, nel frattempo Lorella studia da sommelier e Piero studia le tecniche di potatura del guyot di Simonit e Sirch. Individuano ed acquistano Colle Pazzo a 300 mt slm ad Olevano Romano:  due vigne, una con terreni vulcanici, l'altra con arenaria chiara. Le impiantano a Cesanese di Affile o Piccolo, da selezione massale con 4 diversi portainnesti. Da subito lavorano in biologico ottenendo la prima certificazione Bio in zona. Oggi l'azienda si estende per 6 ettari totali di cui 4 vitati e segue i dettami della biodinamica. Vinificano il vino in due cantine : a Bellegra, dove vivono, il bianco Emotiq ed il rosato Tucuca, mentre ad Olevano i rossi da uve Cesanese. Fermentazioni spontanee e affinamenti in contenitori in cemento o legno di castagno proveniente dai boschi di Olevano Romano.

Riccardi Reale è socio di Vinnatur.

 

 

Vuoi rimanere informato su vini e cantine in offerta? Iscriviti a Decanto!