SURLO Bitter Naturale

19,90
Quantità ACQUISTA
Spedizione gratuita oltre i 120 €
Pagamenti sicuri

certificato
bio

certificato
biodinamico

altri
naturali

produzione
garagista

C'è 1 degustazione della community su questo vino

Vai alle degustazioni

Sürlo ovvero unione di Pirlo e vino Sur lì.

Il Pirlo è il tipico spritz bresciano, ottenuto da un mix di Campari, vino bianco fermo e soda. Il nostro ne rappresenta una interpretazione nobile e secondo natura, utilizzando solo vino autentico e a rifermentazione spontanea ( sur lì) e botaniche da agricoltura biologica selezionate e raccolte da piccoli produttori. L'infusione avviene per 35 giorni in alcol da cereali, con estratti e tinture di piante officinali (erbe e radici). Netta la lettura delle sue componenti: la nota amara proviene dalla genziana e dal carciofo, il tannino dalla rosa canina, la colorazione vivida da karkadè e rapa, le note agrumate da scorze di arancio e limone. Contiene solo aromi naturali, non contiene coloranti, nè conservanti nè aromi di sintesi. Incanta la girandola di percezioni in bocca : si va dalla dolcezza dei frutti, alla delicata nota amara, alle spezie e agli elementi acidi. Una bevanda estremamente istrionica, capace di adattarsi ad impieghi in short drinks, long drinks o drinks da coppetta o after dinner.

Un bitter dinamico e mutevole. Assaggiatelo con tonica e scorza d'arancia per apprezzarne le note agrumate o straight per godere delle note di frutta rossa e della sua fresca acidità o ancora con una punta di rosmarino oppure nella classica ricetta bresciana :

7 cl di Sürlo

12 cl di sur lì Naolta

top of Soda ( acqua minerale / Soda )

 

P.s. Sürlo nel dialetto bresciano significa sconsiderato, avventato

Bottiglia da 1 L 

Cesare Rizzini & Michele Valotti.

Il primo, figura poliedrica e dinamica del territorio bresciano, da più di 20 anni maestro gelatiere e da qualche anno - dopo l’incontro felice con Diego Crosara - mano virtuosa e dalla straordinaria sensibilità quando si cimenta su impasti e lievitati (dolci e salati con lievitazioni naturali sino alle 30 ore e idratazione all’80%).  Deus ex Machina di Alimento, forno dismesso degli anni 20 nel pieno cuore della Brescia antica dove nasceva Brixia, castrum romano. Un laboratorio artigianale dalla grande creatività, uno scrigno del gusto, la sancta sanctorum del goloso impenitente, una bottega dove poter assaggiare focacce dalle guarniture tanto inusuali quanto uniche ed autentiche nei sapori e nell' intensità (si utilizzano solo prodotti bio), vasocotture, bevande fermentate (Kombutcha e Kefir), verdure fermentate (il Kimchi o il gelato al finocchio fermentato o al kefir, etc)  sino all’irresistibile panettone natalizio nella versione con albicocca (prolungato per i recidivi per tutto il resto dell’anno in un formato da sensi di colpa più lievi). Da sgomento infine il suo gelato esaltato da almeno il 50% di frutta bio (contro la media dell’11%), dove ogni gusto ha la propria ricetta e viene pastorizzato singolarmente.

Il secondo, indomito sperimentatore e attentatore di coscienze con la sua Trattoria La Madia di Brione. In 20 anni - e tuttora giovane - si è permesso di scrivere gran parte della storia della ristorazione bresciana. Tra i primi a riconoscere l’importanza del concetto di “territorio “ prima ancora che diventasse slogan di moda svuotato ed esaltato dal refrain  “km zero”.  Da subito e senza mezze misure promotore di un concetto di cucina sana, fatta di alimenti vivi, vitali e vibranti. Solo materie prime di stagione, da fornitori microscopici, bio (ma neppure sanno di esserlo) e folli, guidati nelle loro fatiche da valori forti e sensibilità fuori dal comune  (nota è la frase che vi accoglie nel suo locale “Un piatto non si giudica solo dalla sua bontà ma dalla storia che ci racconta”). La Madia in 20 anni è stato un luogo di scoperta, apprendimento, un contenitore  trasparente di storie e sapori genuini e sinceri (spesso dimenticati o mai conosciuti prima). Una zona franca dove lasciar fuori le certezze e lasciarsi condurre attraverso  menù ortodossi ( a base di sole fermentazioni ) o legati a prodotti che raccontano la storia del luogo (Valle Camonica e Lago di Iseo) o a intuizioni, amori o scommesse apparentemente impossibili (carni dure e ostili come l’asino o il cuz – pecora camuna, e la capra dell’Adamello).

Dall'estro, la testardaggine, le menti diaboliche di queste due figure, nasce dopo mesi di prove e assaggi il Sürlo - il bitter naturale da URLO!!

Destinato a diventare il Bitter nazionale più buono del secolo, la base dei drink che entreranno nella storia della miscelazione domestica e non dell’estate 2020, è l'esclusiva dell'anno di Decanto che con orgoglio da oggi è pronta a farvi conoscere un pezzo di genio ( naturale ) bresciano...

 Segui

Punteggio 6425

Enofilo

Data degustazione

Speziato 4
Fruttato 3
Vegetale 3
Floreale 1
7,0 1
s